Impegni volontari dell’industria per promuovere il riciclo

La Commissione europea con un apposito comunicato pubblicato il 14 giugno 2018 ha prorogato al 30 settembre 2018 il termine per la presentazione da parte delle aziende degli impegni volontari per promuovere il riciclo e la promozione dell’utilizzo delle materie prime seconde.

Il termine precedente, indicato nell'allegato III della comunicazione della Commissione Ue 16 gennaio 2018 "Strategia per la plastica nell'economia circolare" era il 30 giugno 2018. Ora c'è tempo fino al 30 settembre 2018 per i portatori di interesse ad assumere impegni volontari per promuovere la diffusione della plastica riciclata.

L'obiettivo è assicurare che, entro il 2025, dieci milioni di tonnellate di plastica riciclata vengano trasformati in nuovi prodotti immessi sul mercato dell'Unione.

Le imprese possono comunicare gli impegni che intendono assumere al seguente indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Nel comunicare alla Commissione l'impegno che intendono assumere, i portatori di interesse devono anche fornire dati che illustrino in che modo esso contribuirà a conseguire l'obiettivo quantitativo di cui sopra. Gli impegni saranno sottoposti a un controllo di qualità e valutati sulla base della loro affidabilità e della capacità di rispettare le scadenze dichiarate.

Maggiori informazioni su come partecipare si possono trovare sul sito della Commissione Ue al seguente indirizzo: https://ec.europa.eu/docsroom/documents/30061

 

Vi ricordiamo a tal riguardo che per i trasformatori di plastica europei , sei associazioni europee della filiera delle materie plastiche hanno risposto alla Strategy on Plastics presentata dalla Commissione Europea annunciando un impegno volontario, battezzato Circularity Platforms, con l’obiettivo di raggiungere un target di riciclo di almeno il 50% dei rifiuti plastici in Europa entro il 2040, per arrivare ad un incremento fino al 70% per gli imballaggi in plastica. Si veda la circolare  N. 22 - 17/01/2018