Ikea investe in società olandese per riciclo plastica

 

 

Dopo aver annunciato la sua prima cucina con ante in plastica riciclata, Ikea ha deciso di aumentare la sua presenza nel sistema dell'economia circolare, investendo nel gruppo olandese Morssinkhof Rymoplast. Tale realtà si occupa del riciclo della plastica: Ikea ha acquisito il 15% delle azioni dl gruppo.

 

Il colosso svedese dell'arredamento low cost ha destinato un miliardo di euro al miglioramento del proprio impatto ambientale. Questo è il primo investimento fatto in questo ambito. Un altro degli obiettivi di Ikea verso l'ambiente riguarda l'approvigionamento sostenibile delle risorse. La cifra sarà impiegata anche per attività forestali, società di riciclo, energie rinnovabili e sviluppo di biomateriali.

 

Morssinkhof Rymoplast lavora con plastica post-consumo e post-industriale. Ha la capacità di processare circa 200.000 tonnellate di rifiuti plastici. L'investimento di Ikea permetterà all'azienda olandese di sviluppare la sua produzione di materie prime seconde di alta qualità. Inoltre, con l'acquisizione del 15% Morssinkhof Rymoplast potrà espandere il suo business, abbassando di 50.000 tonnellate la produzione annuale di CO2.

 

"Andare verso l'economia circolare è essenziale se vogliamo continuare a soddisfare i bisogni delle persone e i loro sogni, stando nei limiti del pianeta - ha dichiarato Steve Howard, capo del reparto sostenibilità di Ikea. - Vogliamo contribuire ad accelerare questa transizione, attraverso i nostri investimenti, trasformando i rifiuti in risorse attraverso le nostre operazioni, e permettendo a milioni di persone di vivere una vita più sostenibile in casa".