In inchiesta UNIPLAST la norma UNI 10667-1 su MPS e sottoprodotti in plastica

 

Con la messa in inchiesta del progetto di revisione della UNI 10667-1, avvenuta in data 21 marzo u.s.,  si sono conclusi nell’ambito della sottocommissione 25 dell’Uniplast i lavori di aggiornamento della norma la cui applicazione è prevista dal decreto  5 febbraio 1998 avente come oggetto l’individuazione dei rifiuti non pericolosi sottoposti alla procedure semplificare di recupero.

La nuova UNI 10667-1 dal titolo: “Materie plastiche prime-secondarie. Generalità su materie plastiche prime secondarie e sottoprodotti di materie plastiche” classifica le materie plastiche prime-secondarie e si riferisce anche ai sottoprodotti di materie plastiche.

L’aggiornamento della norma si è reso necessario per allineare la stessa alle evoluzioni legislative che hanno abrogato la definizione di materie plastiche prime secondarie all’origine introducendo la sola definizione di sottoprodotto.

Le stesse definizioni di materie plastiche prime secondarie e di sottoprodotti di materie plastiche sono state aggiornate sulla base di quanto previsto rispettivamente dall’ articolo 184-ter (Cessazione della qualifica di rifiuto)  e dall’articolo 184-bis (Sottoprodotto) del Decreto legislativo n. 152/2006.

Per quanto riguarda i sottoprodotti è stato introdotto un capitolo specifico che riporta i significati di normale pratica industriale e che si basa sui quanto espresso in merito da una recente sentenza della Corte di Cassazione (sentenza n. 40109/2015).

Ulteriori aggiornamenti hanno interessato i seguenti capitoli della norma in vigore:

-        capitolo 4 (Trattamento dei rifiuti plastici). E’ stato aggiornato l’elenco  dei trattamenti ai quali possono essere sottoposti i rifiuti plastici per divenire materie prime secondarie;

-        capitoli 6 (Designazione) e 7 (Marcatura).   La norma a è stata corredata da sottocapitoli dedicati ai sottoprodotti di materie plastiche.  La marcatura delle materie prime secondarie è stata aggiornata con ulteriore esempi.

E’ stato inoltre introdotto un nuovo capitolo  nella norma (capitolo 9) che prevede la stesura e presentazione da parte del riciclatore, su richiesta dell’utilizzatore di materie plastiche prime secondarie conformi alla UNI 10667,  di una scheda informativa contenente:

- la designazione e la norma di riferimento;

- le caratteristiche ed i rispettivi valori misurati;

- il flusso di provenienza del rifiuto (pre-consumo e/o post-consumo);

- i trattamenti a cui il rifiuto è stato sottoposto.

 

L’inchiesta avviata dall’Uniplast tra tutti i soci dell’ente terminerà il prossimo 21 maggio.

Il progetto, superata l’inchiesta Uniplast, verrà trasmesso all’UNI per un successiva inchiesta propedeutica alla successiva pubblicazione.

Per maggiori dettagli è possibile contattare la scrivente Segreteria.