IPPR - GDO: Riciclo di alveoli vaschette in PP

 

 IPPR collabora con le imprese interessate e le supporta nel  conseguimento dell’autorizzazione prevista dal Regolamento CE N. 282/2008 per la produzione di PP da riciclo derivante dalla raccolta e selezione di alveoli e vaschette per ortofrutta raccolti presso i punti vendita e destinati alla produzione di nuove vaschette per il medesimo utilizzo.

Le imprese interessate sono:

- Petra Polimeri SpA: azienda riciclatrice che ha presentato la domanda ;

- Esselunga: dal circuito di raccolta e selezione di Esselunga provengono le vaschette e gli alveoli in PP destinati al riciclo

- Nespak: azienda produttrice di imballaggi e, nel contesto del progetto, delle cestelle in PP di riciclo destinate al contenimento di frutta e verdura.

IPPR supervisiona e coordina l’iter autorizzatorio che ha avuto inizio con la presentazione, da parte di Petra Polimeri, della domanda al Ministero della Salute avvenuta a fine dicembre 2009.

L’iter autorizzatorio prevede, come primo passaggio, il rilascio da parte dell’EFSA di un parere sulla conformità della documentazione prodotta a quanto previsto dalle linee guida emanate dallo stesso ente europeo per la presentazione della domanda di autorizzazione.

Il secondo step prevede il rilascio, sempre da parte dell’EFSA,  di un parere  sui contenuti della domanda in particolare per quanto riguarda  la sussistenza  dei requisiti di idoneità dell’impianto di  riciclo a produrre un polipropilene destinato alla produzione di nuove vaschette destinate al contenimento di frutta e verdura.

Nel corso del 2011 sono intercorse diverse comunicazioni tra IPPR ed EFSA finalizzate a completare e a meglio definire i contenuti della domanda. Si riportano qui di seguito gli interventi prodotti per ciascuna delle date indicate :

-          1° Agosto 2011

E’ stato trasmesso un nuovo dossier sulla base di quanto riportato nella lettera EFSA datata 1° febbraio 2011. Il dossier trasmesso è stato suddiviso nelle seguenti parti così come previste dalla Linee Guida EFSA sui contenuti della domanda di autorizzazione

  •   Administrative part
  •   Summary document
  •   Technical dossier

 

-          30 settembre 2011

A completamento del dossier del 1° agosto, sono stati trasmessi all’ EFSA:

a)     i risultati delle prove effettuate sulle foglie estruse e sulle cestelle termoformate prodotte con PP da riciclo;

b) l’elenco delle  procedure e delle istruzioni di lavoro previste dal sistema di assicurazione della qualità.

 

-          7 ottobre 2011

E’ stato trasmesso all’EFSA:

  •   la traduzione in inglese delle prove trasmesse ad EFSA il 30 settembre;
  •   un prospetto riportante la caratterizzazione dell’R-PP;
  •   lo schema dell’analisi del rischio del processo di riciclo sulla base di quanto previsto al punto 3.2.7 del “Technical dossier”.

A seguito dell’ultima comunicazione ricevuta da parte di EFSA nel novembre 2001 sono state prodotti ulteriori dettagli sui parametri del processo di riciclo e sulle criticità cui prestare attenzione nella produzione di un polipropilene destinato alla produzione di nuove cestelle per ortofrutta. E’ stata   inoltre prodotta una nota descrittiva della procedura applicata per la raccolta delle vaschette presso i punti vendita.

Nella relazione trasmessa all’EFSA sono state identificate le criticità cui prestare attenzione nella produzione di un R-PP destinato alla produzione di nuove cestelle per ortofrutta.

Per quanto riguarda la raccolta delle cestelle, Esselunga attua questo processo con la collaborazione di una  società  specializzata nel trasporto, selezione e recupero degli imballaggi in plastica. Il materiale viene raccolto da Esselunga, all’interno di ciascun punto vendita che lo prepara per la consegna.

Tale attività viene realizzata con frequenza quotidiana e prevede lo scarico del materiale raccolto su sette impianti per ottimizzare i costi logistici.

Le vaschette in polipropilene utilizzate da Esselunga per confezionare frutta e verdura in vendita, vengono successivamente restituite dai clienti  e conferite in contenitori presenti nei punti di vendita, dotati di sacco in plastica.

I sacchi vengono lavorati  attraverso una linea di selezione manuale dotata di aprisacco, vengono quindi aperti e successivamente rimossi insieme alle impurità che possono essere state erroneamente conferite al momento della raccolta. Dopo di che si procede ad una riduzione volumetrica delle vaschette con l’utilizzo di una pressa continua, che produce colli aventi larghezza  e altezza pari a 110 cm e lunghezza variabile.

 I colli così realizzati vengono stoccati in apposita area autorizzata all’interno dell’impianto di selezione fino al raggiungimento di un quantitativo richiesto per il trattamento nell’impianto di riciclo. 

Il progetto prevede un incremento delle quantità conferite attualmente dai clienti, attraverso attività di comunicazione e informazione nel punto vendita. 

 

In data 21 marzo 2012 IPPR ha trasmesso all’EFSA, per conto di Petra Polimeri, l’ultima comunicazione  con i riscontri richiesti.

E’ stato in particolare presentato un dossier aggiornato redatto sulla base dei seguenti capitoli previsti dalla linee guida EFSA:

SECTION 1.0    SUMMARY DOCUMENT

SECTION 2.0   ADMINISTRATIVE PART

SECTION 3.0  TECHNICAL DOSSIER

3. Technical Dossier

3. 1 General information

3.1.1 General description                                                                         

3.1.2 Existing authorizations

3. 2 Specific information

3. 2. 1 Recycling process

3. 2. 2 Characterization of the input

3.2.3 Determination of the decontamination efficiency of the recycling process

3. 2. 4 Characterization of the recycled plastic

3. 2. 5 Intended application in contact with food

3. 2. 6 Compliance with the relevant provisions on food contact materials and articles

3. 2. 7 Process analysis and evaluation

 

Il dossier è stato  corredato con i seguenti allegati nei quali sono riportati, tra le informazioni complementari al dossier,  i  risultati dal challenge test previsto dalle linee guida EFSA  e i risultati delle prove analitiche cui sono state sottoposte le vaschette prodotte con polipropilene di riciclo.

Annex A:             Experimental details of the Challenge Test

Annex B:             Characterization of extruded sheet and thermoformed trays produced by using recycled PP granules

Annex C:             Characterization of the input: process applied for the collection, selection and                                            transport of the  collected trays

Annex D:             Procedure applied by the converter for the acceptance of the R-PP granule

                               and process parameters for the production of the trays.

Annex E :            Declaration of compliance of raw material

Annex F:             The risk assessment of the production process applied by converter.

Annex G:             Recycling process. Correlation between the possible risks and their                                                                  relevance in term of real risk. List of procedures and instructions of work.

Annex H :            Quality assurance system (QAS)

 

A fronte della documentazione trasmessa in data 21 marzo 2012, EFSA si pronuncerà sulla conformità della domanda alla linea guida riguardante la presentazione del dossier e quindi sui requisiti di idoneità del processo di riciclo.

Il completamento dell’esame delle domande di autorizzazione presentate all’EFSA è atteso entro il 2013: la pubblicazione delle decisioni sulle autorizzazioni da parte della Commissione Europea è invece  prevista entro la metà del 2014.